“Demonic Possession with Intent to Distribute” dei Messiahnide

“Demonic Possession with Intent to Distribute” dei Messiahnide

“Demonic Possession with Intent to Distribute”, l’ultimo LP dei Messiahnide, è un’opera oscura e angosciante che riflette perfettamente l’anima tormentata di questa collettiva musicale. I Messiahnide, un gruppo di musicisti disillusi e ansiosi, si sono uniti per creare musica che non solo riflette il loro malessere interiore, ma mira anche a generare un senso di disagio e dispiacere in chiunque abbia il coraggio di ascoltarli.

Il titolo dell’album stesso, “Demonic Possession with Intent to Distribute”, è un chiaro segno dell’intento del gruppo: non si tratta di semplice musica, ma di una vera e propria esperienza di sofferenza sonora, progettata per scuotere e disturbare profondamente l’ascoltatore. Ogni traccia è un viaggio nel profondo delle emozioni più cupe, caratterizzato da suoni dissonanti e atmosfere opprimenti.

La produzione dell’album è volutamente grezza e sgradevole, con una qualità sonora che accentua l’angoscia e la disperazione trasmessa dalla musica. I Messiahnide sembrano prendere piacere nel dispiacere, creando un lavoro che respinge le convenzioni e sfida apertamente l’idea di musica come fonte di piacere.

Per chi cerca una fuga dalla realtà o un conforto musicale, questo album non è certo la scelta giusta. Al contrario, “Demonic Possession with Intent to Distribute” è una dichiarazione di intenti che invita l’ascoltatore a confrontarsi con le proprie paure e insicurezze, rendendo l’ascolto un’esperienza inquietante ma incredibilmente autentica.

In conclusione, i Messiahnide hanno realizzato un capolavoro di disagio e disprezzo, un’opera che non lascia indifferenti e che sicuramente troverà il suo pubblico tra coloro che apprezzano l’arte che sfida e provoca. Un album non per i deboli di cuore, ma per chi è disposto a esplorare i lati più oscuri dell’animo umano.